The Structural Engineer's Corner

Eng. Onorio Francesco Salvatore

Terremoti storici I: Boumerdès, Algeria, 21 maggio 2003


Un terremoto distruttivo di magnitudo Mw = 6.8 colpì la regione di Boumerdès ed Algeri (Algeria) il 21 maggio 2003, alle 20:44 ora locale. Questo evento sismico è tra i più forti mai registrati nella regione del Mediterraneo ed è il più catastrofico, dopo quello avvenuto nel 1716 nella stessa regione. Il sisma causò danni […]

Read the rest of this entry »

La Scala Mercalli-Sieberg: livelli di intensità e descrizione dei danni


Ci sono varie possibilità per classificare un evento sismico, in funzione di quale elemento vogliamo considerare rappresentativo del sisma. La Scala Mercalli, come noto, misura non gli effetti assoluti di un sisma, quanto bensì gli effetti in scala antropica. La scala Mercalli trae origine dalla scala Rossi-Forel, costituita da 10 gradi, derivando poi il nome […]

Read the rest of this entry »

Risposta sismica locale: parte I – definizioni e concetti


 1. INTRODUZIONE La progettazione strutturale di opere sismoresistenti richiede la conoscenza dei meccanismi che sottendono le genesi della forzante sismica, quali: 1) il meccanismo di sorgente; 2) la propagazione delle onde sismiche dalla sorgente al sito; 3) le modifiche spettrali della forzante sismica in funzione della geologia locale. Ragionando in tale direzione è possibile […]

Read the rest of this entry »

Analisi sismica di strutture interrate


Ultimamente sono attorniato dalla progettazione di impianti dissabbiatori, disoleatori, disinfezione raggi UV, denitrificazione e quanto altro si inventano gli impiantisti (attualmente al lavoro sull’impianto di depurazione di Punta Gradelle, Vico Equense) e colgo l’occasione per buttare giù due righe, magari innescando una discussione proficua con i visitatori (a proposito, siamo a 600 giornalieri, vi ringrazio). […]

Read the rest of this entry »

Ringraziamento all'Ordine degli Ingegneri di Oristano e al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco


Con questo articolo vorrei ringraziare l’Ordine degli Ingegneri di Oristano e in particolare l’ingegnere Fabio Sassu, vice comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Oristano. Mi è stato comunicato, infatti, che nel bollettino n. 62 “Professione Ingegnere” dell’Ordine suddetto è stato citato questo sito. L’occasione, purtroppo, è stata data dal terremoto in Abruzzo. Per chi […]

Read the rest of this entry »

Effetti dell'inclinazione nella staffatura a spirale continua


Torniamo a parlare di staffe per un approfondimento interessante; in passato ne abbiamo discusso sia a proposito di casi reali, quali gli edifici colpiti dal terremoto in Abruzzo (“Terremoto in Abruzzo: le staffe, queste sconosciute…“), che presentando un prodotto innovativo e di grande aiuto quale la staffatura continua (sia in “Consigli per gli acquisti: le […]

Read the rest of this entry »

Isolamento sismico: le tappe storiche dal 1266 ad oggi


I recenti terremoti in Abruzzo hanno riportato in auge alcune riflessioni sull’ingegneria sismica, in particolare c’è da chiedersi se il nostro modo di progettare è corretto oppure se non sia necessaria una “rivoluzione culturale“. Anzitutto è doverosa però una premessa: non saranno nuove norme o nuovi elaboratori elettronici il vaso di Pandora, soprattutto se poi […]

Read the rest of this entry »

Terremoto in Abruzzo: il meccanismo di piano soffice nel crollo degli edifici


Nell’articolo precedente abbiamo parlato di alcune delle cause che hanno portato al crollo di svariati edifici a seguito del terremoto in Abruzzo. Sempre in attesa delle necessarie perizie, abbiamo individuato problemi come: scarso impiego delle staffe nei pilastri e nei nodi, se non totale assenza in alcuni casi; meccanismi di piano debole; ribaltamenti fuori piano […]

Read the rest of this entry »

Terremoto in Abruzzo: gli "esperti" poco esperti, il culto del risparmio, la preparazione non sufficiente, …


Inauguriamo la rubrica “Riflessioni sul mondo dell’ingegneria” con un tema delicato e su cui si è discusso molto – e spesso in malo modo; ci stiamo riferendo al terremoto avvenuto in Abruzzo, in cui si è avuto il crollo di diversi edifici e quasi 300 morti. Un bollettino di guerra per un sisma che, in […]

Read the rest of this entry »

Variazione dell'intensità sismica passando da una stanza all'altra: DM del 2008 eccessivamente "preciso"?


Immaginate che arrivi un sisma e di salvarvi semplicemente perché nella stanza in cui vi trovate l’intensità con cui si è manifestato l’evento è inferiore rispetto ad altre stanze. Paradossale? Bizzarro? Effettivamente lo è, ma non per le nuove indicazioni sismiche contenute nelle DM del 2008.

Read the rest of this entry »