The Structural Engineer's Corner

Eng. Onorio Francesco Salvatore

Dinamica delle esplosioni V: diagrammare la curva di pressione


In questo nuovo appuntamento con L’Angolo dell’ingegnere strutturista e le esplosioni ci occupiamo della curva di pressione nel tempo. La curva di pressione nel tempo, che descrive l’onda di blast dall’istante d’arrivo del fronte d’onda è nota come equazione di Friedlander modificata (Baker 1967): dove P(t) è

Read the rest of this entry »

Differenza tra instabilità improvvisa ed instabilità progressiva


In questo articolo riprendo un mio vecchio post pubblicato su IngForum, il forum del portale Ingegneri.info; l’ho rivisto per caso tra i referral del sito e ho pensato di condividerlo con i lettori di Strutturista.com.

Read the rest of this entry »

Equazione di Margottini per convesione PGA-Mercalli


Nell’articolo di oggi parliamo di un argomento di sicuro interesse tanto per gli ingegneri strutturisti che non. Spesso, infatti, sentiamo parlare di terremoti aventi una certa intensità in scala Mercalli, ovvero una scala che misura l’intensità di un terremoto tramite gli effetti che esso produce su persone, cose e manufatti. Nell’articolo precedente

Read the rest of this entry »

Construction drawings per una paratia a servizio di un parcheggio interrato di 5 piani


Nell’articolo di oggi, che viene catalogato nella sezione “Applicazioni reali“, desidero mostrare un intervento realmente eseguito per la realizzazione di un parcheggio interrato di 5 piani. La costruzione si colloca in un tessuto urbano densamente edificato. In particolare, viene mostrata la paratia di sostegno, particolari costruttivi inclusi. Le paratie di pali si realizzano,

Read the rest of this entry »

Interventi con FRP e D.M. 14 gennaio 2008


Recentemente, mi è stato posto un quesito riguardante l’applicabilità degli interventi con FRP nell’ambito delle disposizioni del D.M. 14 gennaio 2008 e desidero condividere con voi la risposta data. Sostanzialmente, il mio interlocutore temeva che in base al (succinto) paragrafo 4.6 del D.M. suddetto le FRP non potessero adottarsi se non previa autorizzazione del Servizio […]

Read the rest of this entry »

Il metodo di Winkler secondo le normative americane “Seismic Rehabilitation Guidelines” (FEMA 273)


Il metodo di Winkler è uno dei metodi più diffusi nell’ingegneria strutturale quando si ha a che fare con i calcoli geotecnici. E’ un metodo semplice, veloce e che restituisce buoni risultati, caratteristiche queste che lo rendono particolarmente amato dagli ingegneri strutturisti. Sostanzialmente,

Read the rest of this entry »

OFS Boussinesq: programma di calcolo per la stima degli incrementi di tensioni nel terreno


Dopo aver parlato ampiamente della diffusione delle tensioni nel terreno sia con la soluzione di Boussinesq che con quella di Westergaard, vi propongo ora questo programma che ho realizzato per calcolare gli incrementi di tensione verticale, radiale e circonferenziale. Il riferimento è Boussinesq, ma conto di fare un’altra versione con Westergaard. Il calcolo si basa […]

Read the rest of this entry »

Diffusione delle tensioni nel terreno – parte IV: Westergaard vs. Boussinesq


Dopo aver presentato la soluzione di Boussinesq, visto quali sono le assunzioni di base e dopo aver presentato la soluzione di Westergaard per ovviare al limite dell’unicità dello strato, adesso facciamo un confronto tra le due teorie. Abbiamo detto che Westergaard restituisce valori più aderenti alla realtà, sebbene Boussinesq venga talvolta preferito per essere più […]

Read the rest of this entry »

Diffusione delle tensioni nel terreno – parte III: la soluzione di Westergaard


Nella prima parte abbiamo parlato della soluzione di Boussinesq valida per la stima degli incrementi di tensione in un semispazio ideale, continuo, omogeneo, isotropo, elastico lineare e privo di peso. Nella seconda parte abbiamo elencato una serie di imperfezioni del modello che fanno si che i risultati siano solo una stima sufficiente di quanto accade […]

Read the rest of this entry »

Diffusione delle tensioni nel terreno – parte II: approssimazioni nella soluzione di Boussinesq


Nel precedente articolo abbiamo detto che la soluzione di Boussinesq è approssimata e che vi sono differenze tra il modello considerato dal matematico francese nel 1885 ed un terreno reale. Ricordiamo che le assunzioni di base per la sua soluzione prevedono un semispazio ideale, continuo, omogeneo, isotropo, elastico lineare e privo di peso.

Read the rest of this entry »