The Structural Engineer's Corner

Eng. Onorio Francesco Salvatore

Verifica semplificata a pressoflessione deviata

Written By: Francesco Salvatore Onorio - Feb• 26•09

pressoflessione-deviata-home

Continua l’aggiornamento del software messo a disposizione con un programmino molto semplice: la verifica semplificata a pressoflessione deviata.

Immaginiamo di eseguire un’analisi spaziale oppure piana a treni di telai in due direzioni: uno stesso pilastro sarà sollecitato lungo le direzioni considerate; se andiamo a verificare singolarmente a pressoflessione retta prima in una direzione e poi in un’altra è possibile che ci troviamo al limite, ma con tassi di lavoro che comunque rendono soddisfatte le verifiche. In realtà i due momenti, chiamiamoli Msd,x e Msd,y, agiscono contemporaneamente, il che è penalizzante per l’elemento. La verifica da effettuare è quindi a pressoflessione deviata.

Il programmino, come detto, sfrutta la relazione semplificata proposta dal prof. Aurelio Ghersi, ovvero:

pressoflessione-deviata

In particolare, gli esponenti “p” e “q” sono posti pari a 1.5, come suggerito dall’autore stesso. Per maggiori informazioni sull’argomento rimandiamo all’articolo:

Aurelio Ghersi, Marco Muratore – “Verifica e progetto allo stato limite ultimo di pilastri in c.a. a sezione rettangolare: un metodo semplificato

che potete scaricare direttamente dal suo preziosissimo sito:

http://www.dica.unict.it/users/aghersi/

Ecco, invece, il link per scaricare il software:

OFS – Verifica a pressoflessione deviata

Si raccomanda di leggere le note informative ed il disclaimer per le condizioni d’uso.

N.B. Voglio ricordare, come precisato nel disclaimer del programma, che l’autore non si assume responsabilità alcuna per le conseguenze derivanti dall’uso dello stesso, il quale è in continuo aggiornamento ed in continua fase di testing e può essere modificato senza che ne sia dato avviso.

Francesco Salvatore Onorio

ofs@hotmail.it

Francesco Salvatore

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *